Il tuo browser non è supportato. Per una migliore esperienza, utilizza uno di questi browser supportati: Chrome, Firefox, Safari, Edge.
Passa ad un contenuto principale
Accedi / Registrati
The Lumineers

Alternative/Indie Rock

Biglietti per The Lumineers

Eventi

1 Eventi futuri

Italia

Nessun futuro evento in Italia

Non preoccuparti, ci sono altri eventi disponibili qui sotto

Eventi internazionali

1 eventi

Informazioni

A causa delle restrizioni imposte per contenere il virus Covid-19, i concerti dei The Lumineers previsti per il 15 febbraio 2022 e per il 16 febbraio 2022 al Lorenzini al Fabrique di Milano sono stati annullati. Per ulteriori informazioni LEGGI QUI


Wesley Schultz e Jeremiah Fraites, i membri fondatori dei The Lumineers, hanno iniziato a comporre e suonare insieme nei primi anni Duemila a New York sotto vari pseudonimi tra cui Free Beer, 6Cheek e Wesley Jeremiah.

Dopo essersi trasferiti a Denver nel 2009, Schulz e Fraites hanno accolto la violoncellista Neyla Pekarek. I The Lumineers sono saliti alla ribalta nel 2011 quando il loro singolo di esordio Ho Hey è apparso nella serie CW “Hart Of Dixie”. Nel 2012, i The Lumineers hanno pubblicato l’omonimo album d’esordio che li ha resi una delle band indie di punta a livello internazionale. The Lumineers ha debuttato alla #2 della Top 200 di Billboard e ha ottenuto due nomination ai Grammy Awards 2013. Nel 2013, i The Lumineers hanno preso parte alla colonna sonora di The Hunger Games.

Nel 2016, i The Lumineers hanno rilasciato il loro secondo lavoro, Cleopatra. I singoli estratti, Ophelia, Cleopatra, Angela e Sleep on the Floor hanno confermato le doti di scrittura di Schultz e Fraites. Nel 2017, i The Lumineers sono stati scelti dagli U2 per aprire i concerti della tournée Joshua Tree Anniversary Tour in Nord America.

III, il terzo album dei The Lumineers uscito il 13 settembre 2019, segna il ritorno dei The Lumineers sulla scena musicale. Gloria, Life in the City e Donna sono i singoli ufficiali estratti da III. Il lavoro è intitolato III perché diviso in tre capitoli, ognuno incentrato su un diverso personaggio. L’album è nato dalle pagine di un diario che Schultz ha scritto più di un decennio fa: in queste note, Schultz parla del tentativo straziante di salvare un parente dall’alcolismo, della sua famiglia e della sua infanzia.

Non perdete il gruppo indie folk che ha conquistato milioni di fan con la hit Ho Hey!